Fasce d’età e depressione: cosa bisogna sapere?

Fasce d’età e depressione: cosa bisogna sapere?

La depressione è sicuramente una condizione difficile da affrontare in tutte le fasce d’età, tuttavia il modo in cui può manifestarsi cambia in modo netto a seconda dello stadio della vita in cui si trova la persona che ne soffre. I sintomi di questa malattia mentale che, al giorno d’oggi, colpisce all’incirca 350 milioni di persone di tutte le età a livello globale, possono apparire in modo diverso durante l’adolescenza, ad esempio, o durante l’età adulta.

I sintomi caratteristici dell’età potrebbero non essere sempre così evidenti, quando invece riuscire ad identificarli è fondamentale per poter ricorrere all’aiuto di specialisti il prima possibile. Per questo di seguito sono elencati alcuni dei modi in cui la depressione può colpire le diverse fasce d’età d’appartenenza:

 

Depressione per fasce d’età: 

Infanzia

Per quanto possa apparire impossibile, la depressione può manifestarsi durante l’infanzia, benché abbia un’incidenza più rara in questa fascia d’età. All’incirca il 2% dei bambini che frequentano la scuola elementare soffrono di questo disturbo e alcuni studi sono stati addirittura in grado di mostrare che la depressione, in alcuni casi, può cominciare a manifestarsi negli anni della scuola materna.

Non è affatto raro che i genitori fraintendano i sintomi relativi alla salute mentale dei propri figli durante l’infanzia. Alcuni dei comportamenti che potrebbero essere sintomo di depressione sono:

  • Lunaticità o ribellione eccessive
  • Improvvisi problemi a scuola
  • Mal di testa frequenti 

La depressione infantile risulta più difficile da individuare: contrariamente ad adulti e adolescenti, un bambino potrebbe non avere nel suo vocabolario le parole necessarie a descrivere il malessere e i sintomi potrebbero non essere evidenti ogni giorno.

 

Adolescenza

I dati mostrano che, nel corso di un anno, all’incirca l’11,5% degli adolescenti hanno sofferto di almeno un episodio depressivo maggiore. Tra di essi, i soggetti di sesso femminile tendono a soffrire di problemi di malattia mentale in modo più frequente rispetto ai coetanei di sesso maschile. Elementi scatenanti quali il bullismo e la pressione accademica possono aggravare il rischio di sviluppare dei sintomi depressivi già a questa età.

L’era digitale ha portato gli esperti in materia di salute mentale a dedicare un numero sempre più crescente di energie e risorse a cercare di individuare e trattare la depressione in età adolescenziale. Le ricerche, infatti, hanno mostrato che l’utilizzo eccessivo dei social media è associato allo sviluppo di sintomi depressivi. La cultura contemporanea, sempre più basata sulle nuove tecnologie, getta gli adolescenti in un vortice di stimoli in cui è difficile districarsi. 

Fortunatamente, gli esperti sono stati in grado di sviluppare dei nuovi trattamenti piuttosto efficaci,  sistemi di sostegno a disposizione degli adolescenti utili per aiutarli a ritrovare il loro equilibrio mentale.

 

Giovani adulti

Per la maggior parte degli adulti lla depressione non appare realmente prima del raggiungimento dei 25 anni. Nei giovani adulti, il sintomo principale della depressione consiste nei cambiamenti di umore o di motivazione, spesso accompagnati da altri effetti tipici come, ad esempio, la perdita di sonno, la letargia e le crisi di pianto o di rabbia.

 

Adulti di mezza età

Nei casi peggiori, la depressione può portare le persone che ne soffrono al rischio di suicidio. Le persone di mezza età sono ancor più esposte a questo rischio: secondo i più recenti dati ottenuti dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, infatti, negli ultimi 15 anni, il numero dei casi di suicidio di uomini di mezza età è aumentato in modo esponenziale.

Così come accade nelle altre fasce d’età, sono varie le ragioni che possono portare allo sviluppo della depressione. Gli adulti di mezza età potrebbero essere sottoposti ad elementi di stress ambientali come i problemi economici o ad un isolamento sociale maggiore. Il modo più efficace per poter gestire la depressione in questi casi resta il trattamento, sia sotto forma di sessioni di terapia, sia sotto forma di assunzione di farmaci, o una combinazione dei due.

 

Anziani

In alcuni casi i primi sintomi depressivi appaiono dopo l’età di 60 anni e in questa fascia d’età la depressione si presenta con una comorbilità ad altre malattie, come ad esempio il cancro o il diabete. La depressione può, inoltre, svilupparsi a causa della perdita del partner di tutta una vita, della solitudine o del deterioramento generale della salute fisica.

Indipendentemente dall’età, ciò che risulta fondamentale è dare priorità al benessere psicologico. Questo include parlare ad un medico in occasione di eventuali cambiamenti di umore, soprattutto qualora questi fossero cronici o persistenti.

 

Fonti:

Joan L. Luby, Preschool Depression: The Importance of Identification of Depression Early in Development. Curr Dir Psychol Sci. 2010 May 10; 19(2): 91–95.

Ramin Mojtabai, Mark Olfson, Beth Han, National Trends in the Prevalence and Treatment of Depression in Adolescents and Young Adults. Pediatrics, December 2016, VOLUME 138 / ISSUE 

Steers, Mai-Ly & Wickham, Robert & Acitelli, Linda. (2014). Seeing Everyone Else’s Highlight Reels: How Facebook Usage Is Linked to Depressive Symptoms. Journal of Social and Clinical Psychology. 33. 701-731. 10.1521/jscp.2014.33.8.701.

 

Autore:

Dottor Federico Baranzini, Psicologo e Psicoterapeuta

  • Altri Articoli
Info
Psichiatra e psicoterapeuta a Milano, in formazione continua, già ricercatore clinico, si occupa con passione della cura dei disturbi d’ansia e e dei disturbi dell’umore integrando l’approccio psicoterapeutico a quello farmacologico. E’ referente scientifico del sito menteecervello.it
Contact Form
×
Psichiatra e psicoterapeuta a Milano, in formazione continua, già ricercatore clinico, si occupa con passione della cura dei disturbi d’ansia e e dei disturbi dell’umore integrando l’approccio psicoterapeutico a quello farmacologico. E’ referente scientifico del sito menteecervello.it
Categories: Fasi di Vita, Psicologia

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.